Sicurezza Informatica

Perchè Elon Musk ha proposto Signal come alternativa a WhatsApp

Siamo tutti a conoscenza dello stravagante personaggio il cui nome è Elon Musk, la sua fama è diffusa in svariati ambiti dalle criptovalute fino ad arrivare all’esplorazione spaziale passando dalle famosissime Tesla e Neuralink. Insomma si può dire molto a riguardo di quest’uomo tuttavia l’argomento odierno è il sistema di messaggistica istantanea da lui proposta come alternativa al diffusissimo WhatsApp, Signal.

Analizziamo insieme le cause che hanno portato a ricevere un elogio da parte dell’imprenditore sudafricano. Il progetto Signal nasce da due menti brillanti: l’ex capo della sicurezza di Twitter Moxie Marlinspike ed uno dei fondatori di WhatsApp Brian Acton. Il principale motivo per il quale Brian Acton lasciò WhatsApp fu la mancanza di un adeguato sistema di sicurezza durante la trasmissione dei dati da parte degli utenti, sistema che è contraddistingue Signal.

Ebbene si, il punto cardine di Signal è la sicurezza e la riservatezza delle informazioni scambiate fra gli utenti tramite i differenti protocolli di crittografia end-to-end tra i quali fdigurano Curve25519, AES-256 e HMAC-SHA256, il tutto combinato alla facile consultazione del codice sorgente dell’applicazione (in quanto è un open-source),

La crittografia end-to-end, traducibile con <<da un estremo all’altro>>, prevede uno scambio di dati da parte di due comunicanti (il mittente e il destinatario), durante questo viaggio tra i due nodi, il messaggio è codificato con una chiave che è conosciuta solo dalle due persone che stanno effettuando la comunicazione chiunque legga il messaggio dall’invio fino alla ricezione non avrà in alcun modo possibilità di comprenderne il significato (più è complesso l’algoritmo che genera la chiave maggiore sarà la sicurezza fornita alla conversazione).

Questo sistema di sicurezza utilizzato anche da Signal blocca la possibilità che un terzo come ad esempio l’operatore telefonico e le forze dell’ordine di essere a conoscenza delle tue attività. Anche i permessi richiesti da Signal al confronto con WhatsApp sono impietosi. Alleghiamo un’immagine per rendere più chiaro il concetto.

C’è però da segnalare che l’Unione Europea sta lottando notevolmente per tenere nascosti i dati degli utenti ai più grandi colossi mondiali della comunicazione digitale. E’ da tenere ben a mente lo scandalo Facebook e Instagram. Brevemente potremmo dire che Facebook Messenger e Instagram hanno raccolto i dati dei link scambiati dai loro utenti in modo anomalo. Il sistema scaricava interamente il contenuto del link, andando quindi eventualmente a condizionare le preferenze degli utenti anche in base al contenuto di quel link. Il fatto che ti esca una pubblicità di Sigarette Elettroniche piuttosto di una di Biografie sulla Formula 1 è poco importante, almeno per i miei gusti. La problematica era che se tu inviavi il link che portava ad una scansione dei tuoi documenti esso veniva memorizzato e te saresti accorto facilmente a partire dal secondo invio, in quanto viene visualizzata un’anteprima che presuppone che il contenuto veniva memorizzato nella cache dell’azienda.

LINK UTILI

Altro su Social Network: https://www.developersumo.com/category/social-network/
I nostri Corsi: https://www.developersumo.com/corsi/
Pagina Instagram: https://www.instagram.com/developer_sumo/
App su Play Store: https://play.google.com/store/apps/developer?id=Developer+Sumo

What's your reaction?

Excited
0
Happy
0
In Love
0
Not Sure
0
Silly
0

You may also like

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *