Tecnologia

L’origine di Hello World

Hello World! Per molti questa semplice coppia di parole significa poco o niente; solo i programmatori sanno cosa c’è dietro!

Hello World è l’esempio più utilizzato in fase di apprendimento o test di un linguaggio di programmazione, di un’applicazione, di una pagina web, di uno specifico pezzo di codice. A tutti i principianti programmatori viene insegnato nel primo giorno del percorso di apprendimento a far apparire le parole Hello World sullo schermo.

Non c’è niente da fare, tutti i programmatori sono affezionatissimi a queste parole, ma in quanti sanno che hanno una vera e propria storia? Hello world non è solo una convenzione, ma una vera e propria tradizione del mondo geek!

Il primo utilizzo di Hello World risale infatti al 1978. Un informatico, Brian Kernighan, utilizzò questo esempio nel suo libro “The C programming language” che era un manuale per apprendere il linguaggio di programmazione C:

Il manuale ebbe un grande successo; in un epoca in cui gli informatici erano molto meno numerosi di adesso (e quindi anche le risorse a loro disposizione erano inferiori) e in cui il linguaggio C era il più diffuso (era alla base del sistema operativo Unix) tutti gli aspiranti programmatori degli anni ‘80 si procuravano una copia di The C programming language.

Un’intera generazione di informatici si è quindi formata con questo manuale e con l’esempio in esso contenuto… Hello World! Le parole erano infatti semplicemente inserite in una esercitazione contenuta nel libro, ma la diffusione del libro stesso ha determinato il fatto che un’intera generazione di informatici da tutte le parti del mondo ha digitato più e più volte quelle due semplici parole sulle loro tastiere.

Cosa c’è dietro Hello World?

Niente! L’autore e informatico Kernighan in persona confesserà che non c’era nessun significato recondito dietro la scelta di Hello World per il suo esempio. L’aveva semplicemente sentita in un cartone animato pronunciata da un pulcino appena uscito dal guscio del suo uovo.

Per Kernighan la scelta delle parole sarà pur stata insignificante, ma non poteva essere più azzeccata. La sensazione che si prova quando per la prima volta si scrive e compila un pezzo di codice, lo si esegue e lo si vede prendere vita, ci fa sentire come se avessimo dato vita a qualcosa… come un pulcino che nasce, esce dal suo involucro e vede il mondo per la prima volta!

Nessuno insegna la storia di Hello World nei corsi di informatica, ma tutti gli informatici di tutti il mondo ancora oggi si ritrovano ad utilizzare queste parole su base quotidiana. Non sanno di rendere omaggio a un informatico degli anni ‘70 che scrisse un manuale per i suoi colleghi!

LINK UTILI

Altro Su Tecnologia: https://www.developersumo.com/category/tecnologia/
I nostri Corsi: https://www.developersumo.com/corsi/
Pagina Instagram: https://www.instagram.com/developer_sumo/
Le nostre applicazioni: https://play.google.com/store/apps/developer?id=Developer+Sumo

What's your reaction?

Excited
0
Happy
0
In Love
0
Not Sure
0
Silly
0

You may also like

More in:Tecnologia

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *