SmartphoneTecnologia

Mi Air Charge: il caricabatterie senza fili, senza base… senza niente!

Battendo sul tempo tutti i concorrenti, a gennaio 2021 Xiaomi ha lanciato un prodotto che rischia di rivoluzionare il mondo della “ricarica”: il Mi Air Charge, in grado di ricaricaricare le batterie di smartphone e dispositivi… a distanza!

Da quando gli smartphone, i tablet, gli smartwatch e i nostri accessori smart sono diventati parte integrante delle nostre vite, tutti siamo più familiari con il tema “ricarica della batteria”. Nemmeno ce ne accorgiamo, ma controlliamo il livello della batteria costantemente durante la giornata, facciamo mente locale su dove abbiamo lasciato i nostri cavetti, e valutiamo l’acquisto di un nuovo prodotto in base alla qualità e alla durata della batteria che ci promettono.

E se potessimo semplicemente entrare in una stanza e avere il nostro smartphone che, automaticamente, si ricarica? Xiaomi ha lavorato proprio a questo, e sembra esserci riuscita.

Mi Air Charge: come funziona?

Il caricabatterie a distanza di Xiaomi funziona grazie a un sistema di ben 144 antenne. Queste sono in grado di comunicare con il dispositivo – che deve essere compatibile – e sapere in ogni istante in quale punto della stanza è localizzato. Grazie a questo, il sistema è in grado di convogliare l’energia sulla batteria dello smartphone e avviare la ricarica.

Allo stesso tempo, Xiaomi ha anche sviluppato delle antenne speciali per gli smartphone, in grado di trasmettere i dati necessari con un consumo di batteria bassissimo. L’antenna ricevente (composta da 14 mini-antenne) è in grado di “raccogliere” il segnale che arriva dalla base, convertirlo in energia e convogliarlo verso la batteria.

Per il momento, Mi Air Charge effettua una ricarica a 5-watt ed è in grado di ricaricare più dispositivi alla volta. I dispositivi compatibili con Mi Air Charge sono solo smartphone, ma Xiaomi prevede di ampliare il servizio anche verso smartwatch e altri dispositivi indossabili.

Mi Air Charge: i limiti

Il Mi Air Charge sembra davvero rivoluzionario, ma si tratta di una tecnologia che subito ci va venire alcune domande. La prima: e gli hacker?

E’ un problema che è già stato sollevato: quanto è sicuro questo dispositivo, specialmente nel momento in cui verrà posizionato in una sala d’aspetto, all’interno di un locale, o un altro luogo pubblico? Sarà possibile per un malintenzionato frapporsi tra il dispositivo di ricarica e lo smartphone e convogliare le onde da un’altra parte, utilizzare quei dati per i suoi scopi, o altro?

Sappiamo, inoltre, che non è salutare per le batterie al litio essere continuamente poste sotto carica e poi staccate dopo qualche minuto. Vogliamo davvero che le nostre batterie si ricarichino ogni volta che entriamo in una stanza?

Cosa ci riserva il futuro?

Nonostante le domande che sorgono spontanee al pubblico, e alle quali gli sviluppatori sapranno sicuramente dare pronta risposta, il Mi AIr Charge sembra il primo passo verso un futuro completamente wireless. Ci siamo già staccati dai cavi del telefono, di internet, e adesso abbandoniamo ogni contatto anche per quanto riguarda la ricarica.

Quanto tempo passerà prima di vedere lampade, casse, e altri dispositivi domestici senza fili, e senza bisogno di essere attaccate a un filo per caricarsi?

LINK UTILI

Altro su Smartphone: https://www.developersumo.com/category/tecnologia/smartphone/
I nostri Corsi: https://www.developersumo.com/corsi/
Pagina Instagram: https://www.instagram.com/developer_sumo/
App su Play Store: https://play.google.com/store/apps/developer?id=Developer+Sumo

What's your reaction?

Excited
0
Happy
0
In Love
0
Not Sure
0
Silly
0

You may also like

More in:Smartphone

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *