Arte e Spettacolo

K-DRAMA dalle origini ad oggi

Da un paio d’anni, il mondo dell’Hallyu, ovvero della Korean Wave, ci circonda tutti i giorni. La cultura coreana comincia sempre più a spopolare, creando tantissimi nuovi fan della cucina coreana o della sua cultura. Il più grande protagonista di questo enorme movimento culturale è il mondo dell’intrattenimento coreano a tutto tondo, dalla musica fino alle serie tv. I K-Drama, infatti, sono diventati sempre più popolari e seguiti in ogni angolo del mondo, grazie alle loro trame complesse e intensi colpi di scena. Ma come sono nati i K-Drama e qual è la chiave del loro successo?

K-Drama: la nascita di un fenomeno

La presenza dei primi drama in Corea del Sud è stata testimoniata da alcune trasmissioni radio del 1927, durante la dominazione giapponese, anche se la maggior parte dei programmi erano in lingua mista, fra giapponese e coreano. Durante gli anni ’30, la figura del drama coreano si delinea sempre più, con una stazione radiofonica che, nel 1933, aveva aperto la cosiddetta ‘Radio Drama Hour’, programma che in un’ora di fascia trasmetteva dei drama. È stato in questa trasmissione che è stato messo in onda il primo drama coreano ufficiale, chiamato ‘The Elder Coachman’.

A poco a poco, i drama cominciarono ad assumere sempre più importanza all’interno della cultura coreana. Infatti, durante gli anni ’50 della guerra coreana, i drama radiofonici rappresentavano l’umore stesso della nazione, così come anche i pochi attimi di fuga dalla triste situazione nazionale. Verso la fine degli anni ’50, vengono prodotti anche i primi drama televisivi, anche se spesso si trattavano di adattamenti televisivi di spettacoli teatrali e romanzi.

Il successo dei K-Drama e l’arrivo in Occidente

Il tragitto dei K-Drama comincia nuovamente a variare durante gli anni ’70, in cui la Corea del Sud tenta di esportare questo loro prodotto. La prima occasione avverrà a Cannes nel 1976, anno in cui venne affermata, anche se erroneamente, la presenza della Corea del Nord al MIPTV Media Market. Questo inconveniente permise alle emittenti coreane di guadagnarsi, col passare degli anni, a un piccolo posto all’interno del festival e del mondo dell’intrattenimento coreano.

Nonostante tutto questo, la vera e propria ondata coreana nacque negli anni ’90. In particolare, il suo iniziò scaturì da due eventi principali: dalla trasmissione, su un’emittente cinese, del grandissimo successo di What is Love e dal tragico evento della crisi finanziaria asiatica. Nel 1997, infatti, lo won sudcoreano venne svalutato, portando le emittenti televisive dell’est e sudest asiatico a comprare e trasmettere più spesso drama coreani, che risultavano più economici, rispetto ai competitor giapponesi.

Al giorno d’oggi, i K-Drama continuano sempre più a spopolare, grazie anche al costante successo di prodotti coreani come Squid Game e Sweet Home. Nonostante la barriera linguistica, questi prodotti vengono sempre più consumati da spettatori di ogni età e interesse. Questa passione per i K-Drama continua a crescere anche grazie a piattaforme online di streaming, come Netflix, che promuovono sempre più programmi di questo tipo, non accennando a smettere. Non importa i gusti o la nazionalità, il mondo sembra sempre più tingersi dei toni della K-Wave.

LINK UTILI

Altro Su Anime: https://www.developersumo.com/category/anime/
I nostri Corsi: https://www.developersumo.com/corsi/
Pagina Instagram: https://www.instagram.com/developer_sumo/
Le nostre applicazioni: https://play.google.com/store/apps/developer?id=Developer+Sumo

What's your reaction?

Excited
0
Happy
0
In Love
0
Not Sure
0
Silly
0

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.